Aree di consulenza

Training & Empowerment

Supportiamo lo sviluppo di conoscenze, capacità e comportamenti,  che permettano alle persone di esprimere le loro potenzialità  in coerenza con gli obiettivi e i valori dell’organizzazione di appartenenza. Analizziamo le necessità organizzative e individuali, per realizzare interventi formativi personalizzati. Utilizziamo metodologie esperienziali diversificate a seconda degli obiettivi e dei bisogni.

I nostri percorsi formativi (realizzati in presenza o da remoto) sono veloci, flessibili e verificabili in termini di efficacia, attraverso follow-up specificamente mirati.

Favoriamo infatti il coinvolgimento attivo e la responsabilizzazione dei partecipanti prima, durante e dopo l’intervento formativo, con le seguenti attività:

  • prima (letture, ricerche, raccolta di esperienze e casi significativi da approfondire, definizione obiettivi di apprendimento);
  • durante (forte interattività, attraverso analisi di casi reali, simulazioni, confronti di esperienze, razionalizzazioni);
  • dopo (sperimentazioni, attuazione piani di autosviluppo, realizzazione obiettivi di apprendimento, follow-up).

Azienda e Persona

In Cornerstone International il nostro lavoro inizia sempre con una fase di ascolto delle esigenze dell’organizzazione. Riteniamo sia il modo migliore per progettare e realizzare un’attività di formazione contestualizzata, finalizzata cioè a rinforzare il set di competenze necessarie per l’efficace espressione del ruolo in funzione dello stadio di sviluppo in cui si trovano le persone da formare.

Realizziamo la nostra consulenza formativa nel rispetto della cultura, dei valori e del clima dell'organizzazione che ci sceglie per accompagnarla nel cambiamento. Oltre all’attività indirizzata ai Team, noi di Cornerstone forniamo supporto ed affiancamento individuale a quelle risorse che hanno necessità di essere accompagnate in percorsi di sviluppo o transizione professionale.

Aree di competenza

Le principali aree di competenza su cui lavoriamo riguardano la:

  • gestione dell’organizzazione

(business agility, change management, miglioramento dei processi, project management, ecc...)

  • gestione dei mercati

(competitività, innovazione e creatività, negoziazione, vendita consulenziale, ecc...)

  • gestione delle criticità e delle opportunità

(analisi dei problemi, decisione, finalizzazione, pianificazione, visione strategica, ecc...)

  • gestione delle relazioni

(comunicazione, gioco di squadra, intelligenza emotiva, lavoro di gruppo, public speaking, ecc...)

  • gestione delle persone

(colloqui gestionali, delega, feedback, leadership, motivazione, valutazione e sviluppo, ecc...)

  • gestione di sé stessi

(autosviluppo, efficienza, self-empowerment, stress and time management,  ecc...)

  • gestione di specifiche attività professionali

(formazione formatori, Professional Scrum Master & Product Owner, selezione per non addetti, ecc...)

La nostra aula (in presenza o virtuale)

Il nostro approccio d’aula è fortemente interattivo, fondato su casi ed esercitazioni, con discussioni guidate e possibilità di feedback individuali. Ogni attività è arricchita da materiali didattici e può essere integrata da un lavoro desk finalizzato a fornire articolati report di attività.

Aiutiamo le organizzazioni che desiderano ottenere una forte spinta per il loro sviluppo e la loro crescita creando sempre un clima d’aula ideale.

Realizziamo percorsi formativi, rivolti ai manager e ai loro team che possano:

  • far crescere atteggiamenti mentali costruttivi anche nei momenti in cui l’azienda perde competitività;
  • facilitare l’allineamento sugli obiettivi e le priorità;
  • generare energia positiva tra le persone.

La metodologia esperienziale

I progetti di Cornerstone International dell’area di consulenza Training & Empowerment, privilegiano sempre un approccio esperienziale. Questo significa per noi creare un processo attivo di consapevolezza che parte dall’azione, dalla sperimentazione concreta di situazioni e dall’esperienza diretta dei concetti che i nostri docenti portano in aula. Si tratta di progetti che simulano situazioni reali, pratiche, orientate a “imparare facendo”.

Situazioni che creano connessioni tra le persone e che si fondano sull’osservazione e sulla rielaborazione dell’esperienza diretta, utili per aumentare le conoscenze, sviluppare le competenze, identificare valori e sviluppare il contributo delle persone ai loro Team. Un approccio completamente diverso rispetto alla desueta didattica frontale.

Laboratori di innovazione

Aziende e organizzazioni sono spinte dalla necessità di innovare, in un processo di cambiamento a volte difficile da comprendere e gestire. Si uniscono le forze per favorire l’innovazione organizzativa o quella dei prodotti e servizi offerti e nasce il bisogno di forgiare nuove modalità di lavoro o creare le condizioni affinché le persone siano capaci di generare un significativo cambiamento.

In particolare i nostri laboratori si adattano ai Team nei quali persone con capacità complementari e modalità di lavoro da condividere si impegnano verso un unico obiettivo.

Implementiamo laboratori di innovazione dove i formatori di Cornerstone International sostengono le persone nello sviluppo delle competenze utili a migliorare la performance di gruppo, condividendo obiettivi, metodologie e regole per sostenere l’innovazione.

Case study

Per una importante organizzazione di rappresentanza abbiamo affrontato una esigenza di cambiamento che era stata gestita con un approccio tradizionale basato su assessment e formazione che però non aveva prodotto engagement e il cambiamento auspicato. Abbiamo quindi proposto di utilizzare una metodologia di esplorazione e progettazione condivisa.

Approfondisci il caso

Il conseguimento di questi obiettivi, implica lo sviluppo di una maggiore integrazione tra le persone, oltre le formali appartenenze funzionali, e un rafforzamento delle competenze e delle capacità individuali per un ottimale esercizio del proprio ruolo e l’adeguamento ai cambiamenti in corso.

Il nostro impegno si è focalizzato sul pieno coinvolgimento di tutta l’organizzazione, a prescindere dalle specifiche funzioni; una precondizione indispensabile per conseguire il cambiamento atteso ed uno sviluppo tale da essere percepito anche da parte degli iscritti all’organizzazione. Un risultato non semplice da ottenere, basata su una convinzione profonda e condivisa degli obiettivi e su una fiducia nelle possibilità di conseguirli.

L’esperienza nei progetti di cambiamento maturata, negli anni, in Cornerstone International, e la letteratura specializzata sul tema, hanno evidenziato che le forze positive risultano molto più efficaci dei timori nel favorire lo sviluppo e le trasformazioni.

In particolare, l’approccio volto ad identificare i gap e a misurarli in termini di inadeguatezze da colmare, suscitano troppo spesso un “committment di tipo reattivo” caratterizzato da una scarsa persistenza e, in alcuni casi una resistenza che, anche di fronte all’evidenza schiacciante dei dati, produce atteggiamenti fatalistici che ostacolano la presa in carico dello sviluppo organizzativo e individuale.

Molto efficaci sono risultate invece le iniziative proposte, basate sull’identificazione di obiettivi che potessero valorizzare l’esistente per migliorarlo ulteriormente e fondati sulla costruzione condivisa di progetti di sviluppo dei processi organizzativi in essere. Progetti che, per essere realizzati, portassero con sé la necessità di una corrispondente evoluzione delle competenze e delle capacità delle persone.

Questo approccio, si basa sul modello dell’Appreciative Inquiry (sviluppato da David Cooperider sul finire degli anni ’80) e ancora largamente diffuso nei programmi di “Change” che sempre più organizzazioni si trovano oggi ad affrontare.

FAQ

Cosa significa “commitment”?

È un termine di origine inglese che significa “impegno”. Viene usato per indicare quei comportamenti legati alla motivazione, al senso del dovere o di appartenenza o di responsabilità delle persone nei confronti della propria azienda. Questo termine viene spesso utilizzato per indicare quanto le persone si identifichino negli obiettivi dell’azienda unitamente al desiderio di continuare a farne parte.

Appreciative Inquiry di cosa si tratta?

L’Appreciative Inquiry (AI) è un particolare tipo di ricerca, fortemente orientata a produrre cambiamento. Parte dal presupposto che il cambiamento è spesso bloccato da paure, timori, pregiudizi negativi. Al contrario, è favorito dall’entusiasmo, dalla soddisfazione, dal gusto della scoperta e dal piacere di esplorare cose nuove (teoria elaborata da David Cooperrider e Suresh Srivavsta nel 1986).

Nei suoi continui tentativi di determinare ciò che è sbagliato nelle organizzazioni, la Ricerca tradizionale ha infatti perso la capacità di vedere e capire ciò che anima le organizzazioni e di scoprire i modi per sostenere e valorizzare questo potenziale vivificante. L’Appreciative inquiry invece, favorisce la focalizzazione su ciò che funziona per migliorarlo ulteriormente attraverso impegno e innovazione.

Questa metodologia, che si focalizza su quanto di buono, efficiente, funzionante già esiste all’interno di un’organizzazione, si sviluppa attraverso 4 fasi consequenziali:

Discovery: l’analisi della cultura organizzativa e dell’orientamento che le persone hanno verso di sé, verso gli altri e verso il loro lavoro.

Dream: definizione della Vision e dei cambiamenti che conducono verso prospettive di miglioramento.

Design: progettare (o riprogettare) l’organizzazione per massimizzare le qualità positive chiave, realizzare la Vision e supportare gli interessi degli stakeholder.

Destiny: la concretizzazione operativa e la scelta di indicatori chiave per valutarne l’efficacia.

Piazza del Duomo. Lecce.

L’arte non riproduce ciò che è visibile, ma rende visibile ciò che non sempre lo è.
(Paul Klee)

Come l’arte, la formazione esperienziale ha il pregio di rendere evidente ciò che non lo è, perché quando siamo all’interno di una dinamica non è così facile riconoscerla. I consulenti di Cornerstone International accompagnano la tua impresa nella sperimentazione di nuove possibilità, soluzioni organizzative strategiche e innovative, di sviluppo delle risorse umane e di miglioramento continuo.