Talk Cornerstone

Magazine online di approfondimento

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail
  • Luxury Goods & Fashion intervista a Luigi Rossi

        Salve Luigi, vorrei chiederle innanzitutto cos’è oggi e come è cambiato in questi ultimi anni il settore del Fashion & Luxury?   Senza dubbio è stato il rapido sviluppo del Retail – in particolare dei negozi Monomarca – ad influenzare maggiormente questo settore.  Il poter gestire la propria distribuzione offre a un’azienda Fashion […]

  • La Formazione attraverso il Cinema: essere se stessi pur non essendolo

    Nell’ ultimo film di Paolo Sorrentino, “Youth”, il regista Mick Boyle, interpretato da Harvey Keitel, pronuncia la frase “è la finzione la nostra grande passione”, riaffermando che la grande magia del cinema consiste nella sua capacità di reinventare un mondo fantasma, una realtà fittizia, in cui proiettarci, mantenendoci distaccati, osservando dall’ esterno, immedesimandoci ma sapendo […]

  • Meccanismi di difesa nel colloquio di valutazione delle prestazioni

    Il colloquio di valutazione della prestazione costituisce quell’incontro di verifica finale in cui vengono confrontate le attese del capo con il lavoro effettivamente svolto dal collaboratore e in cui si verifica, o meno, il raggiungimento degli obiettivi assegnati.
    Esso costituisce il momento conclusivo e formale del processo di gestione della performance, in cui il capo si fa carico della restituzione al valutato degli esiti della valutazione, discutendo ciò che il collaboratore ha effettivamente fatto, gli elementi rilevanti del suo comportamento lavorativo, gli obiettivi e i risultati raggiunti.

  • 5 suggerimenti sull’uso di LikedIn

    LinkedIn può essere uno strumento efficace per i responsabili delle risorse umane, nella ricerca di candidature, così come per ciascuno per evidenziare il proprio profilo professionale. Ma oltre al curriculum, è utile guardare anche al comportamento che si tiene sul social: e, a volte, non mancano le sorprese. Qui ci sono cinque “punti di attenzione” per i responsabili delle risorse umane, ma anche per i candidati.

  • Smart Working

    Lo smart working è una nuova forma di lavoro, basata sulla flessibilità e sull’innovazione tecnologica. In Italia rappresenta ancora un orizzonte lontano, e si connota come un ausilio alle modalità di lavoro più tradizionali.
    Certamente applicabile, consentirebbe vantaggi notevoli in termini di costi, di riduzione dell’inquinamento e di incremento del benessere dei lavoratori, anche se richiede una nuova concezione del modello lavorativo standard, e uno sforzo sia da parte del management che delle risorse.

  • Il “Social Recruiting”: 5 suggerimenti utili

    L’uso dei social per la selezione del personale, sta diventando sempre più attuale. Tuttavia, se ci si improvvisa, I risultati attesi faticano e non si attraggono le candidature più interessanti.

  • La selezione al telefono: 4 suggerimenti per evitare situazioni imbarazzanti

    Ammettiamolo i contatti telefonici possono essere imbarazzanti. È comune per candidati e selezionatori, allo stesso modo, sentirsi nervosi.
    Da un lato, i reclutatori sono sotto pressione per mantenere attiva la conversazione ed interessare la persona dall’altra parte del telefono. Dall’altro lato, i candidati sono in una situazione simile, perché mai sicuri di quali domande aspettarsi, sperando di far emergere i loro punti di forza ed i loro talento.
    Ecco perché è importante per i reclutatori scegliere domande di “screening” al telefono che aiutano i candidati a condividere le loro storie migliori.

  • Lavorare nella logistica

    Soprattutto grazie alla crescita dell’e-commerce, in cui la merce non passa dal punto vendita ma arriva direttamente al cliente finale, i servizi sono diventati più complessi e vengono ricercate figure professionali in grado di poter gestire al meglio questa complessità.